Archive for 28 marzo 2008

Decorazione o Propaganda? Una mostra sulla Cuba di oggi e sui suoi simboli.

festival internazionale di fotografia

Per interrogarci sul passato e sul futuro, ma anche sui sogni e sulle delusioni.

Si terrà il prossimo 4 aprile alle ore 18,30 presso la Galleria studio legale in Via della Vetrina 9 a Roma l’inaugurazione della mostra “Decorazione o Propaganda?” del fotografo Manolo Cinti.

La mostra resterà aperta dal 4 al 12 aprile dalle 16 alle 19 dal martedì al sabato ed è inserita nell’ambito de FotoGrafia - Festival Internazionale di Roma, che si svolgerà dal 4 Aprile al 25 Maggio 2008.

L’inaugurazione sarà anche l’occasione per degustare una selezione di rum e sigari cubani.

La mostra è promossa dalla Galleria Studio Legale in collaborazione con l’associazione culturale Makenoise ed è curata da Salvatore Sanna.

Read more

Impegnarsi per il bene comune. L’Arci per le elezioni politiche 2008

arci

L’Italia che si appresta a tornare alle urne il 13 aprile, a soli due anni dalle ultime elezioni politiche, vive una fase di grande incertezza e una situazione pesante sul piano delle relazioni economiche, sociali, culturali. Autorevoli istituti di ricerca ci offrono l’immagine di un Paese frammentato, privo di identità collettiva, incapace di coniugare crescita economica e sviluppo sociale.

La precarietà del lavoro e la difficoltà delle condizioni di vita di tante persone, il degrado ambientale, l’aumento dell’insicurezza individuale e collettiva, il senso di impotenza di fronte alla burocrazia alimentano la percezione di una tendenza al peggio. Cresce la solitudine degli individui, si allentano i legami sociali, rischia di smarrirsi il senso della comunità, della solidarietà, della cultura civile.

Read more

Diamo Gambe ai nostri Sogni

Il 5×1000 all’ARCI per realizzare i tuoi Sogni

arci.jpg

Ogni giorno gli uomini e le donne dell’Arci fanno qualcosa di concreto per rendere migliori le nostre comunità. Promuovono socialità e svago, formazione e cultura, uso intellegente e creativo del tempo libero. Si battono per i diritti e la dignità di tutti, contro ogni discriminazione. Si impegnano per la pace e la cooperazione a fianco dei popoli del sud del mondo.

Tutto questo possiamo farlo perchè siamo in tanti ad animare col nostro impegno la vits di migliaia di circoli, spazi liberi per incontrarsi, condividere interessi e passioni, scoprire il piacere di fare insieme. Oggi abbiamo un’occasione da non perdere per aiutare i nostri circoli e promuovere la pace, la cultura, la solidarietà e i diritti.

Destinando una percentuale delle imposte che paghiamo al sostegno delle associazioni di promozione sociale come l’Arci.

DAI ALL’ARCI IL TUO 5X1000!

FARAI PIU’ FORTE LA TUA ASSOCIAZIONE, DARAI GAMBE AI TUOI SOGNI. 

CODICE FISCALE ARCI

97054400581

Lo trovi anche sulla tessera

Per sostenere l’Arci e i suoi circoli devi solo firmare nell’apposito riquadro della dichiarazione dei redditi dedicato alle associazioni di promozione sociale e poi SCRIVERE il codice fiscale 97054400581

Campagna “Un Futuro senza Atomiche”

  OBIETTIVO RAGGIUNTO: ALLA CONSEGNA LE FIRME PER L’ABOLIZIONE DAL TERRITORIO ITALIANO DELLE ARMI NUCLEARI!

Oggi, martedì 25, consegneremo le firme al Presidente della Camera come vuole la prassi.

Negli ultimi giorni abbiamo controllato, guardato, rigirato per le mani … moduli su moduli, tanto da voler rielaborare la campagna in “Un futuro senza moduli!”

Sono già stati controllati moduli contenenti oltre 54.000 firme!

Di queste, quasi 4.000 sono su moduli, secondo noi, a rischio invalidazione (per errori vari). Per il resto, alcune firme individuali potrebbero essere dichiarate non valide, ma senza invalidare il modulo intero.

Stiamo però attendendo moduli per circa 3.500 altre firme sono stati rimandati ai comitati locali per rimediare velocemente a piccole inesattezze. Ritorneranno a Padova in tempo per essere incluse nei pacchi. Inoltre, un comitato locale arriverà martedì con altre 2.000 firme … e poi, come sempre, ci sono pacchetti vari, già spediti, ma non ancora arrivati. Arriveranno, siamo fiduciose.

Read more

Fiaccolata per la pace in Palestina

4 Marzo alle ore 18.00 a Piazza Santa Maria di Loreto a Roma per una pace giusta in Palestina.

Gaza

Sul lato israeliano, a Sderot, un missile ha centrato il college dove insegna il nostro principale referente pacifista in Israele e carissimo amico Zvi Shuldiner, uccidendo uno studente.

Siamo stati in questi giorni in contatto con i nostri amici, da una parte e dall’altra. La disperazione è grande, così pure l’orrore per il silenzio del mondo.
Ormai le aspettative nei confronti di un’iniziativa europea, delle istituzioni e delle forze politiche italiane -a cui sempre si è guardato con fiducia e speranza- sono sostituite dalla disillusione.
Anche la nostra società civile non si muove. Organizzazioni, gruppi, movimenti, sindacati capaci di infiammarsi quando le questioni internazionali diventano materia di lotta politica in Parlamento guardano alla tragedia di Gaza da lontano.
Tutta l’energia posta nel dibattito pro o contro il boicottaggio a Torino non è capace di unirsi, in un momento così drammatico, nell’unico appello possibile per il cessate il fuoco.

Read more

Tutte in Piazza per Elvira e Silvia

Roma piazza Cavour mercoledì 5 marzo 2008 dalle 10 alle 14

Tutte in piazza per far sapere a tutti che Elvira e Silvia  non sono sole

Il 14 e 15 gennaio Pina Nuzzo, delegata nazionale dell’UDI – Unione Donne in Italia, ha partecipato alla trasmissione tv “Ricomincio da qui” condotta da Alda D’Eusanio. Lì abbiamo saputo dell’incredibile storia di violenza da parte di un medico che ha narcotizzato, abusato e poi fotografato alcune pazienti.

Demetrio Altobelli medico anestesista HA STUPRATO 7 RAGAZZE DOPO AVERLE ANESTETIZZATE : SI E’ FATTO SOLO 3 GIORNI DI CARCERE, ORA ESERCITA LA PROFESSIONE A CASA E IN CLINICHE PRIVATE ED E’ LIBERO !!!!!!!Altobelli era stato arrestato nel maggio 2003 su ordine della procura di Rieti, perché accusato di avere abusato di alcune pazienti, precedentemente narcotizzate e successivamente fotografate nude.Sette gli episodi inizialmente contestati al medico.Per cinque fu condannato in primo grado nel gennaio 2005 durante un processo che si svolse con il rito abbreviato. Il giudice lo condannò a cinque anni e quattro mesi di reclusione. Per gli altri due casi, invece, lo specialista fu assolto.Le foto furono trovate nel corso di una perquisizione nella sua stanza nell’ospedale San Camillo de Lellis di Rieti, dove al tempo il medico prestava servizio, e dentro la sua abitazione romana.A denunciare i fatti, però, fu il tecnico di un laboratorio fotografico capitolino dove l’anestesista, secondo l’accusa, aveva portato a sviluppare le fotografie. Read more