Archive for 28 settembre 2010

Promozione Teatro Sala Umberto

Dal 5 al 24 Ottobre 2010  

Teatro Sala Umberto

CENA   A   SORPRESA

(The Dinner Party)

di NEIL  SIMON

GIUSEPPE PAMBIERI     GIANCARLO ZANETTI

  LIA TANZI

MICHELE  DE’ MARCHI   MARIA LETIZIA GORGA   SIMONA CELI

Scene   NICOLA RUBERTELLI  -  Musiche   LUCIANO FRANCISCI

 Regia     GIOVANNI  LOMBARDO  RADICE

Commedia inedita per l’Italia, ” The dinner party” è stato uno dei maggiori successi degli ultimi anni a New York. Una tessitura drammaturgica che si snocciola come un meccanismo ad orologeria in cui la fine non è mai quella che si presume possa essere. Neil Simon ha in questa commedia un gusto diverso sia nella scrittura che nell’evoluzione della storia. Si ride, di quel modo intelligente ed elegante che lui conosce bene ma, allo stesso tempo, si hanno spunti interessanti di riflessione che fioriscono proprio in quei momenti in cui l’autore sembra spingere alla facile conclusione. La virata porta proprio la commedia verso quei piccoli drammi quotidiani  che tutti conosciamo molto bene. La quota dei sentimenti è sempre alta: Neil Simon, che certamente è tra gli autori più amati e rappresentati, costruisce in questo testo la risata e il dramma con la medesima intensità abituando il pubblico ad una gamma molto vasta di sentimenti che si susseguono.

Il tema centrale di “Cena a sorpresa” è focalizzato intorno al rapporto di coppia: tre esempi di rapporti  sono il paradigma che permette una declinazione di storie, circostanze, incomprensioni, micro drammi e nuove conquiste.

Un inseguirsi di risate e riflessioni, sentimenti a petto aperto e situazioni al limite del grottesco.

Un Neil Simon che propone una struttura drammaturgica nuova e molto accattivante.

Tre coppie di ex si ritrovano ad una cena organizzata, a loro insaputa, dall’avvocato che ne ha curato i divorzi. Meccanismi imbarazzanti e comici si alternano a momenti di riflessione sulla vita di coppia, sull’amore e sulle scelte che hanno portato alla rottura.

Si capisce che ci sarà una nuova evoluzione in queste tre coppie ritrovate ma l’epilogo non è mai scontato anzi quando tutto sembra far presupporre un lieto fine c’è sempre un colpo di scena dal quale ricominciare. Ironia e passione convivono e provocando un alternasi di risate e riflessioni. Il testo è tenero, intelligente e sapientemente dosato, mai  scontato e prevedibile. Un’ elegantissima sala da pranzo e una cena ricca di preziosità gastronomiche fa da sfondo ai sei personaggi, per una sera, in cattività.

PROMOZIONI CRAL :

poltronissima € 23.00 (intero € 30.00) – poltrona € 17.50 (intero € 25.00) – balconata € 15.50 (intero € 20.00)

valide solo nelle giornate di martedì, mercoledì, giovedì ore 21.00

II mercoledì di spettacolo ore 17.00 – sabato pomeriggio ore 17.00

previa prenotazione telefonica con l’ufficio promozione tel. 06.97274066

promozioni@salaumberto.com

Clandestino Day

Questa mattina il comitato romano del Clandestino Day ha bloccatto l’accesso al cosidetto Centro di accoglienza di via Salaria 971 del Comune di Roma, un’iniziativa dedicata “Alla ricerca dei bimbi perduti”. Quei bambini spostati senza criterio da una baracca ad una struttura alloggiativa ugualmente precaria, abbandonando tutto quello che avevano costruito nel passato: i minori smettono di andare a scuola, i genitori perdono il lavoro, le relazioni, l’aiuto spontaneo di tanti romani. Era presente anche Simonetta Salacone, già preside dell’istituto scolastico Iqbal Masil, che da anni  è impegnata nella scolarizzazione dei minori Rom, e Luca Mascini, cantante del gruppo Assalti frontali.

Un centinaio di aderenti a diverse associazioni romane, insieme alle famiglie Rom ed ai migranti, hanno così voluto denunciare il Piano Nomadi del Sindaco Alemanno, basato sullo sgombero senza prospettive di quanti, poveri ed emarginati, tentato di sopravvivere ai margini della capitale d’Italia. La soluzioni dei problemi di Roma non passa per l’allontanamento forzato dei Rom, per l’esodo dei poveri italiani o stranieri, proponendo stupidamente la chimera
di una sicurezza basata solamente sull’uso della forza sui deboli.

Roma città ancora aperta sostiene le inziative come quella di Metropoliz, occupazione di italiani, migranti e Rom di una delle tante aree abbandonate della capitale, che attraverso l’autorecupero danno una risposta dignitosa al
problema dell’abitare. Solamente atrraverso la solidarietà possiamo costruire la vera sicurezza, basata sulla convivenza pacifica.

Ribadiamo il nostro NO alle politiche discriminatorie e razziste del Comune di Roma, siamo contrari ad un Piano Nomadi senza proposte serie e concrete, che non risolve il problema emergenziale della casa. La soluzione non può essere
costruire nuovi campi con nuovi container, né l’allontanamento militare di donne e bambini, con uno spreco enorme dei fondi pubblici. Chiediamo non di spostare le persone da un punto all’altro della città, ma .un confronto che
affronti seriamente i problemi esistenti.

ARCI N. A. DI ROMA – POPICA ONLUS

CLANDESTINO DAY CONTRO IL PIANO NOMADI

ALLA RICERCA DEI BIMBI PERDUTI

Oggi, 24 settembre 2010, in tutta Italia si tiene il Clandestino Day, una giornata in cui ognuno di noi si dichiara clandestino.

Noi, scuole, associazioni e movimenti, abbiamo deciso di scegliere questo luogo come simbolo delle politiche escludenti del Comune di Roma e del Governo Italiano.

Il centro d’”accoglienza” comunale di via Salaria 971 é un centro di emarginazione dove oggi circa 300 rom romeni vivono ammassati in condizioni inaccettabili, contrarie anche alla Leg. Reg. N.41/2003 che dovrebbe regolamentare strutture come questa destinate a servizi socio-assistenziali.

La denuncia fatta in questi giorni dall’Associazione 21 luglio mette in luce le condizioni degradate e degradanti di questo spazio, evidenziando soprattutto l’assoluta carenza di scolarizzazione per i circa 170 minori che risiedono all’interno.

Proprio molti di questi minori, infatti, sgomberati assieme alle loro famiglie nell’ambito delle operazioni del Piano Nomadi di Alemanno, hanno dovuto interrompere drasticamente il percorso scolastico intrapreso nel 2009/2010.

Oggi siamo qui alla ricerca di questi bimbi perduti e delle loro famiglie. Siamo qui per informare la cittadinanza romana che sulla via Salaria esiste un centro di emarginazione illegale,  per esprimere il nostro totale rifiuto al Piano Nomadi del Sindaco di Roma, per denunciare le politiche razziste di cui sono vittime i rom in Italia e in Europa.

Siamo qui per dire che la politica dei campi nomadi é una politica fallimentare, esosa e razzista e per affermare che è possibile disegnare dal basso una città davvero meticcia, come sta accadendo a Metropoliz dove italiani, migranti e rom convivono lottando per gli stessi diritti.

No alla finta accoglienza del Comune di Roma, No al Piano Nomadi, Diritto alla casa per tutte e tutti

 

clandestino-day-carta.jpg

Salviamo i consultori pubblici 5000 firme a difesa delle donne

APPELLO

Salviamo i consultori pubblici 5000 firme a difesa delle donne Raccolta di adesioni contro il progetto di legge presentata dalla consigliere regionale del Pdl. La protesta si è svolta a macchia di leopardo di fronte a tutti i centri di assistenza sanitaria della città

Fra loro c’è chi ha i capelli bianchi, ci sono mamme in attesa, ragazze. Si sono unite per difendere i consultori. Vogliono dire ‘No’ alla proposta di legge presentata da Olimpia Tarzia, del Pdl, alla Commissione primaria delle politiche sociali della Regione Lazio per cambiare l’assistenza alle donne. Si sono date appuntamento davanti ai consultori della capitale, per affiggere un cartello con una scritta: “La proposta Tarzia non parla di noi. No all’abolizione dei consultori”. Subito dopo hanno deciso di fotografare la loro mobilitazione. Si sono messe in posa e hanno immortalato la loro azione collettiva.

A dare il via alla mobilitazione ‘l’assemblea permanente delle donne’, che raccoglie 50 realtà fra associazioni, rappresentanti del mondo della politica, sindacati e consultori. La protesta si è svolta a macchia di leopardo di fronte a tutti i centri di assistenza sanitaria della città. Cinquemila le adesioni al movimento raccolte finora, anche attraverso Facebook, con una petizione contro la riforma. Solo sul sito del movimento sono state raccolte 1.500 firme. La protesta La proposta di legge Tarzia punta a riformare la disciplina dei consultori laziali riconoscendo le strutture private attive sul territorio, costituite da associazioni familiari o che fanno capo alle diocesi, e finanziandole con risorse pubbliche se sono accreditate.

E’ previsto inoltre un assegno di sostegno mensile rinnovabile fino al raggiungimento del quinto anno di età del bambino, nel caso in cui la donna scelga di non abortire e abbia un reddito non superiore alla soglia di povertà. “La proposta vuole privatizzare i consultori e punta a erogare fondi pubblici ad associazioni confessionali – si legge nel comunicato – Inoltre cancella l’indipendenza e la competenza delle operatrici e degli operatori e avrebbe ricadute pesantissime sulla possibilità per migliaia di famiglie di accedere a minimi livelli di cura”. L’assemblea permanente delle donne punta il dito contro la parte introduttiva della proposta di legge Tarzia.

Sul testo si legge che i consultori devono diventare strutture “non più deputate a fornire servizi sanitari, bensì a sostenere la famiglia e i valori etici di cui è portatrice”. Si parla poi di importanti principi a “tutela del figlio concepito” che “va già considerato membro della famiglia, ai quali l’attività dei consultori è chiamata a conformarsi”. Un chiaro riferimento agli aborti e un’accusa indiretta ala funzione dei consultori. Ma, come ricorda Giulia Rodano dell’Idv, i dati ci dicono che il 50 per cento delle interruzioni di gravidanza passano da ospedali e medici di famiglia, mentre i consultori tutelano la donna. Dal web alle sedi dei consultori la protesta non si ferma. Domani il coordinamento ha organizzato un incontro “Salviamo i consultori pubblici e gratuiti” per raccogliere altre adesioni.

Di Valeria Pini

La Repubblica 21 Settembre 2010

Insieme per Museo di via Tasso. No alla sua chiusura!

Sottoscrizione a favore del Museo di via Tasso.

Continuamo nel nostro impegno per la sottoscrizione a favore del Museo della Liberazione di via Tasso (a rischio di chiusura a causa dei tagli attuati dal governo), dopo aver raccolto l’appello del suo Presidente.

Il 21, 22 e 24 Settembre

saremo presenti presso lo stand  dell’ANPI di Roma e del Lazio, che è stata invitata alla Prima Festa della Federazione della Sinistra.
Festa alla quale partecipiamo con il consueto impegno militante di iscritti all’ANPI, così come faremo con qualunque altra iniziativa di associazioni e partiti che hanno a cuore la democrazia italiana fondata sulla Costituzione Repubblicana, nata dalla Resistenza.
I contributi che speriamo tanti di voi vorranno devolvere al Museo, saranno interamente destinati al Museo tramite c/c postale.
Vi aspettiamo!

www.anpiroma.blogspot.com

Non fermate il Progetto Città dell’Altreconomia

L’Amministrazione comunale di Roma vuole chiudere il progetto della Città dell’Altreconomia, ogni strada tentata in passato per fermare questa scelta non ha avuto esito.

Per questo abbiamo deciso di lanciare in queste ultime due settimane una forte mobilitazione, e vedremo cosa succederà. Vi chiediamo di diffondere ovunque possiate questo appello (mail list facebook e sui vostri siti ) e di seguire questa vicenda come se fosse un impegno di tutti/e, per provare a fermare questa scelta che mira ad interrompere un esperienza che con grande fatica ha provato a costruire una proposta per la nostra città che mettesse al centro nuovi stili di vita, per un economia di giustizia orientata al “bene comune”.

Gli strumenti scelti e gli appuntamenti individuati per costruire questa mobilitazio ne saranno diversi:

Sul sito Cae è stata lanciata una

Petizione: Non Fermate il Progetto Città dell’Altreconomia

http://www.cittadellaltraeconomia.org

In soli tre giorni abbiamo raccolto più di tremila firme, ma ce ne servono molte di più per sostenere questa difficile situazione.

E’ stato aperto anche un evento a sostegno della petizione su Facebook per rilanciare l’appello vedi link

http://www.facebook.com/home.php?ref=home#!/event.php?eid=134778903234341&index=1

Domenica 26 Settembre 2010

Festa della “Città dell’Altra Economia”

dalle ore 10 al tramonto con la consueta presenza di stand di produttori biologici artigiani, associazioni e cooperative che lavorano nell’ambito delle attività di Altra Economia, con il presidio informativo del Consorzio sulla situazione, con musica e teatro, attività ludiche e laboratori per i bambini

Martedì 29 Settembre 2010

Grande assemblea cittadina

a partire dalle ore 17.30 nella giornata di possibile “chiusura” della CAE da parte della Amministrazione comunale che l’aveva inaugurata solo tre anni fa: dopo l’assemblea ci sarà anche un momento di convivialità e di festa con musica, teatro, incontri, attività ludiche e laboratori per i bambini, ed assaggi gastronomici bio equi.

Iniziative per il Clandestino Day

Venerdì 24 Settembre 2010 Ore 21.00

L’Associazione culturale Arcobaleno presenta

Imperialismo ed emigrazione: il caso Afghanistan.

Nel quadro delle iniziative della giornata di mobilitazione nazionale (“Clandestino day”) si terrà una discussione sulla condizione e per i diritti degli immigrati.

Immagini sull’attività di Emergency. Parlano Cinzia Gauttieri (Emergency) e “Indipendenza”.

 

 

Presentazione Stagione 2010-2011Teatro Vascello

Giovedì 23 SETTEMBRE 2010 ore 20.00

ingresso libero

IL TEATRO VASCELLO

( in Via Giacinto Carini 78, 00152 – ROMA MONTEVERDE VECCHIO )

Direttore artistico Manuela Kustermann

è lieto di invitarvi alla

 PRESENTAZIONE DELLA STAGIONE TEATRALE 2010 - 2011

Saranno presenti gli artisti che parteciperanno alla nuova stagione del teatro Vascello che daranno vita ad una

CONFERENZA STAMPA SPETTACOLO

Al termine della serata seguirà un brindisi augurale

NON MANCATE A QUESTA GRANDE FESTA CHE VEDE L’ARTE PROTAGONISTA IN TUTTE LE SUE VESTI:

TEATRO, DANZA, MUSICA, CINEMA, SPETTACOLI PER BAMBINI, LABORATORI

E TANTE SORPRESE DAVVERO SPECIALI  PER TRADURRE LA CULTURA IN ARTE

Qui dove il mondo cambia, cambia te stesso. Vieni a Teatro

 

INFO

www.teatrovascello.it

tel. 06 5881021 - 06 5898031

 

Incontro con il regista inglese Ken Loach

MUNICIPIO ROMA V

CENTRO DI CULTURA ECOLOGICA – ARCHIVIO AMBIENTALISTA

Martedì 21 Settembre 2010

“IL MIO AMICO KEN”

incontro con il regista inglese KEN LOACH

al Centro di Cultura Ecologica nel Parco di Aguzzano – via F. Corni snc, Roma (zona Casal de’ Pazzi)

KEN LOACH, uno degli autori contemporanei più attenti alle problematiche del mondo del lavoro e dell’impegno politico e sociale (Riff Raff”, Piovono pietre, Il pane e le rose, Terra e Libertà, La canzone di Carla, e tanti altri bellissimi film) sarà ospite del Centro di Cultura Ecologica martedì 21 settembre 2010, alle ore 18.00, per una intervista e dibattito col pubblico sui temi del cinema di denuncia sociale.

L’incontro si terrà nell’ambito della manifestazione dal titolo “IL MIO AMICO KEN”, organizzata dal Municipio Roma V e dal Centro di Cultura Ecologica, nei giorni 19, 20 e 21 settembre.

L’ingresso all’iniziativa è gratuito. Tutte le sere sarà attivo un Punto Ristoro con alimenti dell’agricoltura biologica e del commercio equo e solidale.

Info:

tel. 06.8270876 fax 06.82084273

e-mail: info@centrodiculturaecologica.it 

www.centrodiculturaecologica.it

Promozione Teatro Eliseo

 

Domenica 19 Settembre ore 20.45

Peppe Barra

Ci vediamo poco fa

CONCERTO DI CANZONI TRADIZIONALI NAPOLETANE

E’ il nuovo spettacolo di Peppe Barra, un viaggio nello spaccato sociale della sua Napoli, ne canta l’amore ma anche la distruzione,  con lo scempio ambientale che ha subito.

Incita ad alimentare il sogno, tenendo sempre viva la fiamma della speranza per recuperare e restituire alle nuove generazioni la Napoli dai mille colori tanto amata e conosciuta dal mondo intero.

Ne restituisce i suoni  che la caratterizzano e che Peppe Barra felicemente “contamina” con l’energia travolgente che lo caratterizza affidandosi alla raffinata scrittura musicale e poetica di  autori come Roberto De Simone, Franco Del Prete, Patrizio Trampetti, accompagnato da musicisti straordinari come quelli che compongono la sua compagnia.

La forza della parola, gli accenti sospesi del suo dialetto diventano la viva e palpitante materia sonora.

Un’occasione per proporre molti brani nuovi tratti dall’ultimo cd.

Evento a prezzo speciale:

Platea ridotta € 22  (intero € 28); Balconata ridotta € 21(intera € 24); I gall ridotta € 14  (intera € 16); II gall ridotta € 9  (intera € 11

ITACA

INFO E  PRENOTAZIONI

Via della Consulta, 1 – 00184 Roma

Tel 06 48930736/ 06 48872220 – Fax 06 4743431

info@itacaitaca.it  

www.itacaitaca.it