Dall’esperienza maturata e dal valore attribuito alla cultura e al dialogo multietnico, veri perni su cui costruire una comunità sana, nasce Monterotondo Terra d’asilo, una lunga giornata che vedrà sul palco di “Periferica” alternarsi due momenti: dalle 18:00 prenderà via l’incontro-convegno “L’accoglienza ai tempi della Collera – Diritto d’Asilo, povertà, diritti sociali”.

Tantissimi gli interventi di relatori  provenienti da organizzazioni internazionali e nazionali.

In ordine sparso già confermata la partecipazione di: Cinzia Gubbini (Giornalista), Valentina Brinis (UNHCR), Francesca Danese (Portavoce Forum Terzo Settore), Giuseppe De Marzo (Libera), Valentina Calderone (A Buon Diritto), Marta Bonafoni (Regione Lazio), Claudio Graziano (Arci), Riccardo Varone (Assessore alla Cultura e alle Politiche Educative, Comune di Monterotondo), Antonella Pancaldi (Assessore Servizi Sociali, Comune di Monterotondo), Claudia Bonfini (Cooperativa Sociale “Il Pungiglione”), Paola Prandi (Penny Wirton), Roberto Giordano (CGIL Roma e Lazio), Salvatore Costantino (Cooperativa Sociale Folias).

Dalle 19.30 spazio alla musica con un’artista emergente selezionato da Monterocktondo (Tom Armati & i Disarmati) e due da iLiveMusic: Strade e il gruppo eretino Marciboys). A seguire una celebrazione collettiva guidata dalle performance dei Radici Nel Cemento  e di Baba e Djana Sissoko. A seguire la Dancehall con i ritmi in levare della crew romana dei YAGA YAGA SOUND SYSTEM. Tutto nel segno del progetto di accoglienza Aida e Arci Roma.

“Un’ iniziativa – spiegano gli organizzatori – che si pone consapevolmente nell’ottica di costruzione, con la messa in rete delle esperienze di buona accoglienza attive sul territorio, di un fronte ampio e popolare che sappia contestare con forza le scelte razziste del nostro governo e contemporaneamente produrre una contaminazione di prassi e pratiche sociali che non dividano gli immigrati e i richiedenti asilo dal resto della popolazione, ma che piuttosto indichino insieme a loro delle strategie d’uscita dalla povertà,  dall’emarginazione e dal razzismo.  Diritto alla casa, al lavoro, a un’accoglienza degna di questo nome: vecchie e nuove povertà insieme per trasformare nostro paese.

Sono due i temi al centro dell’iniziativa di sabato: come difenderci dalla crisi insieme e come demistificare le menzogne del governo. I cittadini stranieri richiedenti asilo non sono il problema del paese, quanto piuttosto le sterili politiche economiche, il rigurgito neonazista che attraversa il paese, la violenza indotta dalle esternazioni governative, l’abbandono delle periferie e la strumentalizzazione della questione immigrazione per squallide operazioni elettorali. La vergogna dell’utilizzo dei migranti come merce di scambio con l’Europa, l’aggressione alle ONG e gli sgomberi indiscriminati che stanno per essere perpetuare nelle nostre città. Di tutto questo parleremo insieme con esponenti del mondo dell’associazionismo e di quelle istituzioni più sensibili a questi temi, a partire dalla nostra esperienza di accoglienza diffusa e solidale che in questi anni con fatica abbiamo cercato di promuovere a Monterotondo ma anche a Roma, pronti ad un autunno di lotta e controinformazione”

All’interno del Festival Periferica, situato in un’area verde nel mezzo della zona industriale di Monterotondo, ci saranno aree ristoro con cibi di strada realizzati dalla Brasserie I Cugini Dupon, e una festa della birra permanente organizzata da Tsopela che vede coinvolti cinque birrifici locali: Mash Up, Turbacci, Birrificio Sabino, Brasseria La Fonte e Babylon. All’interno del Festival: Main Stage & Live Concert Area, Dj Set & Sound System Area, Performance & Art Expo, Market Area, Oasi Space, Street Food & Beer Fest.

Il Periferica 2018 – Music & Culture festival – nasce da un’idea del comitato organizzatore FRONTE SONORO che promuove la musica come Bene Universale e Diritto dell’Essere Umano; il valore che arricchisce il collettivo è Aggregativo e Sociale e nessun evento organizzato ha scopo lucrativo.

PERIFERICA Festival

Periferica, giunge alla sua seconda edizione, che partirà dalle ore 18:00 di ciascuno dei due giorni del festival. La manifestazione vedrà salire sul palco venerdì 07 settembre GIANCANE, LUCIO LEONI, Danilo Ruggero, Scoppiati Diversamente, Voce e nel post show ci sarà un DJ SET del collettivo romano BORGHETTA STILE, mentre sabato 08 settembre la serata, organizzata in collaborazione con ARCI Roma, ospiterà RADICI NEL CEMENTO, BABA & DJANA SISSOKO, Tom Armati,  Marciboys, per chiudere con una Dancehall di YAGA YAGA SOUND SYSTEM.

 

Sabato 8 Settembre dalle ore 18:00 –  Via Galileo Galilei (Monterotondo Scalo)

con Radici nel Cemento, Djana & Baba Sissoko

una iniziativa in collaborazione con il Progetto AIDA di Arci Roma

all’interno della due giorni di PERIFERICA 2018 – Music & Culture Festival

con il patrocinio del Comune Di Monterotondo

ingresso gratuito con tessera associativa