Il cantautore ricorda in questo brano di come in alcuni campi di concentramento, mentre le vittime venivano indotte nei forni crematori, un quartetto d'archi composto da alcuni prigionieri veniva costretto a suonare brani di musica classica.

NON UNA DI MENO, L’ARCI ROMA ADERISCE ALLA MANIFESTAZIONE DEL 26 NOVEMBRE CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE. Il 26 novembre a Roma, alle ore 14:00 a Piazza della Repubblica, si terrà la manifestazione nazionale #nonunadimeno contro la violenza sulle donne... Leggi

La vittoria di Ignazio Marino, prima alle primarie e poi a sindaco di Roma, ha decretato la morte politica del fenomeno che chiamiamo “mafia capitale”. La sua destituzione certifica l’incapacità del centrosinistra romano, per come l’abbiamo conos... Leggi

Il 24 Febbraio è stato sottoposto a sequestro preventivo un circolo Arci: il Rialto Sant’Ambrogio, una delle realtà romane più vive culturalmente e socialmente, uno spazio di microproduzioni culturali diffuse, di divulgazione artistica, di partec... Leggi

A seguito della vicenda consumatasi la scorsa notte fuori dal centro d’accoglienza a Tor Sapienza, l’Arci di Roma ritiene necessario impegnarsi da subito per ripristinare la pace sociale nel quartiere, tutelando tanto i diritti degli abitanti ... Leggi

L’Arci di Roma deplora lo sgombero del cinema America occupato ed esprime la massima solidarietà militante agli occupanti, attori di una delle migliori pagine di protagonismo giovanile e di promozione culturale nella nostra città. Un’occupaz... Leggi