NOTA STAMPA ARCIROMA 14 LUGLIO 2023

Esprimiamo profonda perplessità sui contenuti dell’incontro convocato dall’assessorato alla cultura alla presenza di Miguel Gotor finalizzato ad una misura di sostegno alla formazione musicale per redditi ISEE non superiori ai 25.000 euro a copertura parziale (40%) delle spese di partecipazione ai corsi di musica.
Un finanziamento che di fatto graverebbe per la restante parte sulle famiglie stesse e sul lavoro delle scuole di musica.
La platea che vuole raggiungere in questo modo l’assessorato è di mille persone e rimane non chiara la distribuzione territoriale.
Premesso che il Terzo Settore della formazione musicale, che annovera dentro Arci Roma 12 scuole di musica, è già impegnato nell’accessibilità a fasce di reddito più disagiate, ci riserviamo di produrre una nota – come concordato – a commento della proposta, ma riteniamo già da ora troppo alta la soglia ISEE che andrebbe abbassata ad una fascia non superiore ai 15mila euro così da puntare a raggiungere fasce di povertà conclamate in particolar modo dei quartieri periferici ottenendo due risultati: da un parte una platea meno ampia ma che non disperda il contributo pubblico a fasce che non hanno difficoltà di accesso alla cultura, dall’altra di aumentare il contributo a copertura totale dei costi di formazione.